sabato 7 novembre 2015

La pura coscienza

(788–820)

naṣṭe pūrvavikalpe tu yāvadanyasya nodayaḥ |
nirvikalpakacaitanyaṃ spaṣṭaṃ tāvadvibhāsate ||

Quando il pensiero precedente è cessato
e finché non appare un altro [pensiero],
in quella frazione di tempo
la pura coscienza libera da pensieri
risplende chiaramente